Turismo post Covid, la Metrocittà affidata a Dante - Notizie - La Voce

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Turismo post Covid, la Metrocittà affidata a Dante

Pubblicato da Andrea Donati in Appennino · 31/12/2020 08:09:00
La Città metropolitana si affida a Le vie di Dante per rilanciare il turismo locale



Di Andrea Donati

L'anno dedicato a Dante Alighieri diventa una occasione per uscire dalla crisi del turismo provocata dalla pandemia dovuta al Coronavirus.

Il Consiglio della Città Metropolitana ha approvato la proposta del consigliere delegato al Turismo, Tommaso Triberti, al progetto 'Le vie di Dante' che dettaglia le attività a carico della Città Metropolitana di Firenze e autorizza alla stipula di una serie di convenzioni con Università di Firenze, Club Alpino Italiano, e le associazioni Il Cammino di Dante.

"La profonda crisi del turismo internazionale innescata dall’emergenza sanitaria da Covid19, se da un lato non vedrà una ripresa a breve, ha nel turismo lento uno dei canali più interessanti di recupero a breve termine e, dunque, è urgente avviare il complesso lavoro tra istituzioni di costruzione di un sistema turistico di prodotto" ha detto Triberti.

Il progetto sovraregionale delineato, la scorsa estate, nel protocollo d’intesa approvato tra la Metrocittà e 35 comuni toscani ed emiliano-romagnoli è incentrato "sia su cammini - ha spiegato Triberti - ovvero itinerari percorribili a piedi o con altre forme di mobilità non motorizzata (bici, cavallo), sia su percorsi effettuabili, almeno in parte, con modalità di trasporto motorizzato ma a limitato impatto ambientale quali il treno". 

L'ottica è quella di "una fruizione ampia e lenta del territorio, nel rispetto della sostenibilità ambientale e di una valorizzazione turistica dei territori interessati e questo percorso lo faremo di concerto con le Regioni, con le agenzie di promozione turistica e coordinandosi con il Mibact".

I Comuni che hanno approvato e poi sottoscritto il protocollo d'intesa, il 15 Luglio 2020, nel territorio della Città metropolitana: Bagno a Ripoli, Fiesole, Firenze, Reggello, Rignano sull’Arno, Vaglia, Borgo San Lorenzo, Dicomano, Marradi, Palazzuolo sul Senio, Pontassieve, San Godenzo, Scarperia e San Piero a Sieve; nella provincia di Arezzo: Bibbiena, Castel Focognano, Castel San Niccolò, Chitignano, Chiusi della Verna, Montemignaio, Ortignano Raggiolo, Poppi, Pratovecchio Stia, Subbiano, Talla, Capolona; nella provincia di Ravenna: Brisighella, Faenza, Ravenna; nella provincia di Forlì: Castrocaro Terme e Terra del Sole, Dovàdola, Forlì, Premilcuore, Portico San Benedetto, Santa Sofia, Tredozio. 

Fonte: QuiNews Firenze


Torna ai contenuti | Torna al menu