Tartufesta 2019: dal 12 ottobre al 17 novembre la più grande manifestazione autunnale dell'Appennino bolognese - Notizie - La Voce

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Tartufesta 2019: dal 12 ottobre al 17 novembre la più grande manifestazione autunnale dell'Appennino bolognese

Pubblicato da Andrea Donati in Appennino · 10/10/2019 20:35:00
In programma degustazioni, mostre, mercatini di prodotti tipici, escursioni guidate e menù speciali dedicati al tartufo. Ecco tutte le tartufeste.



Di Andrea Donati

Il tartufo bianco pregiato dei colli bolognesi è anche quest’anno il protagonista di Tartufesta, la più grande manifestazione autunnale dell’Appennino bolognese che dal prossimo fine settimana fino a metà novembre interesserà 15 comuni della città metropolitana. Intenditori, golosi e amanti della buona tavola potranno vivere la magia dell’Appennino e dei suoi caldi colori autunnali tra stand, eventi gastronomici e ottimo cibo, seguendo l’inconfondibile aroma di questo pregiatissimo prodotto del sottobosco. Il calendario prevede: 12-13 ottobre a Porretta Terme (Alto Reno Terme), 12-13 ottobre a Lizzano in Belvedere, 13 e 20 ottobre a Monzuno,
19 e 20 ottobre a Pianoro, 19 e 20 ottobre a Castel di Casio, 19 e 20 ottobre a Castiglione dei Pepoli, 20 e 27 ottobre a San Benedetto Val di Sambro, 20 ottobre a Vergato, 26-27 ottobre, 1-3 novembre 2019 a Sasso Marconi, 27 ottobre e 1 novembre 2019 - Tartufesta a Monghidoro, 27 ottobre a Loiano (Festa nel bosco), 1-3, 9-10, 16-17 novembre "Tartófla, Festival Internazionale del Tartufo Bianco" a Savigno (Valsamoggia), 2 novembre a Grizzana Morandi (Borgo di Campolo), 10 novembre a Camugnano e a Grizzana Morandi.


Lizzano in Belvedere 12 e 13 ottobre
Nella suggestiva cornice del Parco Naturale del  Corno alle Scale, Lizzano in Belvedere ospita la prima tappa della tradizionale manifestazione dedicata al Tartufo bianco, che anima i comuni dell’Appennino bolognese. Tantissime le specialità e i prodotti tipici a base di tartufo nel ristorante all’aperto oppure con i Tartumenù in tutti i ristoranti locali che aderiscono al decalogo di qualità della manifestazione. Al Mercatino si possono trovare prodotti tipici del bosco e artigianali. Per chi ama lo sport è in programma l’escursione micologica a cura di Coop. Madreselva. Un ampio spazio, poi, è dedicato ai bambini con letture, spettacoli e laboratori a tema. Tormna anche l'appuntamento con la Mostra Micologica, con un esperto di micologica a disposizione per rispondere a tutte le curiosità.
Info e gli aggiornamenti in tempo reale sulla pagina www.facebook.com/tartufestalizzano
 
Monzuno il 13 e 20 ottobre
Due domeniche di festa con gastronomia e delle tradizioni locali, fiera mercato di prodotti tipici stagionali, mostre, mercato, musica e intrattenimenti. Sarà possibile acquistare i marroni direttamente dai castanicoltori locali. Domenica 13 sono in programmma una cavalcata guidata per bambini con i Pony del circolo ippico «Valle» e la quarta edizione della Festa del Volontariato. Domenica 20 ottobre alle 14,30 «Artisti di Classe» premiazione presso la Sala Ivo Teglia e alle 16 Premio Ilario Rossi in biblioteca.
 
Sasso Marconi capitale del tartufo per cinque giorni
La Tartufesta di Sasso Marconi in programma il 26 e 27 ottobre, l'1, 2 e 3 novembre è giunta alla 30° edizione. La manifestazione si è affermata tra gli eventi della tradizione locale e registra un alto gradimento, sia da parte degli espositori - ormai oltre quota  200 - sia del pubblico, che sempre più numeroso affolla il centro di Sasso Marconi nei 5 giorni della festa. Simbolo della kermesse, con un menu tutto al tartufo, è a tensostruttura dell’Associazione Tartufai, che verrà allestita al Parco Marconi in viale Kennedy. Novità dell'edizione 2019 di Tartufesta è la Tartu-Merenda a base di selezionata birra artigianale e di profumata mortadella.
Il cuore della festa è la centralissima Piazza dei Martiri della Liberazione, che ospita i banchi dei ristoratori insieme ai castanicoltori con le caldarroste, tutt’intorno si dipana il mercato del tartufo e degli altri prodotti tipici. Sono molte le Regioni italiane rappresentate anche in questa edizione (Piemonte, Liguria, Lombardia, Trentino, Toscana, Marche, Umbria, Puglia, Basilicata, Calabria, Sicilia e Sardegna) e l’accurato mix di stand e strutture fisse rende per 5 giorni Sasso Marconi una sorta di "outlet" dove passeggiare, degustare e fare acquisti.

Tartufesta è anche l'occasione per presentare la stagione di teatro dialettale e altre attività artistiche organizzate a Sasso Marconi, ospita la premiazione del tradizionale Premio Letterario Renato Giorgi e, altra importante novità, propone un originale Té con gli inglesi insieme ai gemelli di Helston (comune della Cornovaglia con cui Sasso Marconi è gemellata da ben 50 anni). Al Té con gli inglesi si parla rigorosamente in inglese, ma la simpatia e lo spirito dei gemelli rendono facilissimo comunicare anche per chi non conosce la lingua.

Per quanto riguarda l'attenzione all'ambiente, è possibile ridurre l’impatto sulla qualità dell’aria raggiungendo Sasso Marconi con i treni della linea Bologna-Porretta (quindi anche in caso di limitazioni al traffico per smog). Gli organizzatori hanno poi invitato i ristoratori e gli espositori a limitare l’utilizzo di plastica usa e getta come allenamento in vista dell’edizione 2020 che sarà al 100% plastic free, senza dimenticare che una corretta cultura dell’alimentazione, del prodotto tipico stagionale e km-zero sono comunque importanti elementi di tutela dell’ambiente e del territorio, così come la raccolta differenziata dei rifiuti che a Sasso si attesta sul 70% ormai da una quindicina di anni e riguarda naturalmente anche manifestazioni complesse come la Tartufesta.

Un bus-navetta collega i parcheggi e la stazione ferroviaria con il centro della Tartufesta, e la pagina Facebook (Tartufesta-Sasso Marconi) viene costantemente aggiornata con tutte le novità di programma disponibile anche sulla pagina del Comune di Sasso Marconi.

Fonte: Città Metropolitana di Bologna




Torna ai contenuti | Torna al menu