Castiglione dei Pepoli. I sindaci dell’Appennino incontrano il Viceministro Bellanova - Notizie - La Voce

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Castiglione dei Pepoli. I sindaci dell’Appennino incontrano il Viceministro Bellanova

Pubblicato da Andrea Donati in Castiglione dei Pepoli · 16/1/2018 11:21:00
Dopo la visita al Centro Enea del Brasimone, il viceministro allo Sviluppo Economico incontra i sindaci dell’Appennino e il Sindaco di Bologna.



Di Andrea Donati

Ormai tutti sappiamo che il Centro Enea del Brasimone si sta nuovamente rivelando un importante strumento di futuro sviluppo economico per tutto l’Appennino, in caso di favorevole accoglimento del progetto DTT (Fusione nucleare).

Dopo la visita del viceministro Teresa Bellanova al Centro Enea insieme all’onorevole Gianluca Benamati, e dopo il buffet preparato dalla Locanda Gabana, si è tenuto un incontro con tutti i sindaci del territorio appenninico presso il Municipio di Castiglione dei Pepoli.

Dopo l’intervento del sindaco Merola, abbiamo ascoltato anche i sindaci di Camugnano, Castel di Casio, Marzabotto, Vernio, Vergato e altri, i quali hanno evidenziato le notevoli difficoltà in cui si trova tutto l’appennino soprattutto per ciò che riguarda il problema occupazionale.

Ecco perché diventerebbe importante il favorevole accoglimento della candidatura del progetto DTT da allocare al Centro Enea del Bacino Brasimone.

Riportiamo quanto prontamente pubblicato sulla pagina Facebook del comune di Castiglione dei Pepoli.

“Importante giornata per il nostro Appennino: la visita del viceministro allo Sviluppo economico Teresa Bellanova, accompagnata dall'onorevole Gianluca Benamati, al Centro Ricerche Enea del Brasimone, seguita dall'incontro a Castiglione dei Pepoli con i sindaci dell'Appennino e il sindaco di Bologna Virginio Merola.

Un altro importante momento di condivisione istituzionale per la candidatura del centro ENEA al progetto DTT e per affrontare varie emergenze appenniniche, bolognesi e pratesi, come DEMM, disagi e disservizi sulla rete elettrica e telefonica, industria tessile e altro.

Grande è la nostra soddisfazione per aver organizzato l'evento e per aver constatato ancora una volta un territorio unito nel sostenere la candidatura del Brasimone: da Bologna a Prato passando per tutto l'Appennino e, recentemente, anche dalla Città metropolitana di Firenze. Oltre ovviamente alla Regione Emilia-Romagna che presenterà ufficialmente la candidatura, supportata dalla Regione Toscana.

Sarà una gara difficile. Speriamo che il grande lavoro di squadra che stiamo facendo faccia la differenza.”






Torna ai contenuti | Torna al menu