Lavori sulla Linea Direttissima Bologna - Prato 2018-2021 - Notizie - La Voce

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Lavori sulla Linea Direttissima Bologna - Prato 2018-2021

Pubblicato da Andrea Donati in Rioveggio · 2/2/2018 10:17:00
Tags: trenofs
Il Comitato Pendolari Direttissima BO-PO riporta sulla loro pagina Facebook il verbale della riunione tenutasi a Rioveggio il 25 Gennaio 2018.



Di Andrea Donati

Riportiamo testualmente copia del verbale della riunione tenutasi a Rioveggio che ha visto un’importante partecipazione di cittadini riguardo agli annunciati lavori, per i prossimi anni. Lavori che porteranno notevoli disagi ai passeggeri della linea citata.

“Presenti :
Raffaele Donini Assessore Mobilità e trasporti Regione ER
Alessandro Meggiato Dirigente Mobilità ferroviaria Regione ER
Marco Monesi Consigliere Mobilità Città Metropolitana di Bologna
Giuseppe Marta RFI S.p.A.- Direzione Commerciale ed Esercizio Rete Direttore Direttrice Asse Verticale
Vincenzo Cefaliello RFI S.p.A.- Territoriale Produzione
Alessandro Santoni Sindaco San Benedetto Val di Sambro
Maurizio Fabbri Sindaco di Castiglione dei Pepoli
Marco Mastacchi Sindaco di Monzuno
Massimo Gnudi Sindaco di Vergato

Marco Mastacchi Sindaco di Monzuno : apre la serata ringraziando la platea per la grande partecipazione, presenta e ringrazia i relatori, passa la parola a Donini

Raffaele Donini Assessore Mobilità e trasporti Regione ER : informa che l'incontro avrà come oggetto una prima presentazione della Bozza dei servizi sostitutivi che la Regione ha pensato di mettere in campo al fine di diminuire al massimo i disagi, Bozza che sarà ulteriormente affinata sia prima di essere implementata in campo, sia anche durante il suo decorso attraverso tutte le segnalazioni che riceveranno dai Sindaci, dalla Città Metropolitana, dal Comitato Pendolari e dagli enti preposti a fornire i servizi. Informa che entro Giugno 2019 la linea avrà l'intero parco treni rinnovati, ad oggi è rinnovato con 2 treni che comunque svolgono un 40% del traffico giornaliero, la "cura del ferro" su cui la Regione ER sta puntando e sta facendo da capofila per l'intero paese su spinta anche del Ministro Del Rio che ha affermato che il traffico Pendolare ha subito in passato una non corretta attenzione deve ora assolutamente essere rilanciato! Entro Settembre 2018 sarà lanciata l'integrazione tariffaria che permetterà a tutti i possessori di un abbonamento Treno di poter utilizzare anche e gratuitamente i Bus nella città capoluogo, quindi chi ha un abbonamento per esempio Grizzana - Bologna potrà utilizzare gratuitamente anche i Bus a Bologna.

Relativamente al progetto Europeo che partirà da Luglio 2018, è un progetto di costruzione di un corridoio per il trasporto merci,che metterà in collegamento Helsinki (Finlandia) con La Valletta (Malta), un progetto pagato con fondi Europei che ha come scopo principale oltre a migliorare la logistica, anche quello di ridurre del 30% il traffico su gomma entro il 2030. Ad oggi da un rapporto di Legambiente il traffico su rotaia è aumentato in ER del 15% e in ER la logistica cuba un 10% del PIL, pertanto avere un corridoio merci che attraversi l'ER permetterà sicuramente un maggior indotto e quindi ricchezza e posti di lavoro.

Ovviamente non ci sono solo notizie positive, ci saranno 3 anni in cui ci sarà, per i lavori necessari, disponibilità di un solo binario per la circolazione dei treni e fasce orarie di chiusura Lun-Ven 9:30 - 16:30, Sabato treni fino alle 09:30 poi chiusura fino alle ore 24:00 di Domenica. Durante le fasce di chiusura sarà attivo un servizio sostitutivo così strutturato :

I lavori il primo anno saranno fra Pianoro e San Benedetto VdS che saranno le 2 stazioni capolinea ove si attesteranno i treni e i pullman.
Treni fra Bologna e Pianoro e viceversa confermati anche nelle fasce orarie di chiusura
Pullman da San Benedetto VdS a Pianoro e viceversa con fermate nelle stazioni intermedie attraverso la SP325.
Pullman Prato - San Benedetto VdS - Bologna via autostrada A1
Pullman da Sasso Marconi a San Benedetto VdS e viceversa con fermate nelle stazioni intermedie attraverso la SP325 e da/fino a Sasso Marconi utilizzo della linea ferroviaria Porrettana
Traffico ferroviario Prato - San Benedetto VdS sarà riaperto Lun-Ven già dalle ore 13:30
Il sabato e domenica sarà garantito un mezzo viaggiante Treno (solo da Pianoro a Bologna e viceversa) o Pullman ogni 90 minuti

Tutto quanto elencato sarà possibile attraverso il titolo di viaggio che il viaggiatore possiede per la linea Direttissima, altresì per gli abbonamenti Studenti, Regione ER riconoscerà un bonus di reintegro del 50% sul costo (i dettagli saranno forniti prossimamente).
I lavori non saranno eseguiti di notte perché essi avverranno sia in galleria sia fuori da essa e la mole di lavorazione è tale che non si sarebbe terminato assolutamente in 3 anni, data non prorogabile.

Alla fine dei 3 anni la linea sarà completamente rinnovata, con stazione ristrutturate, servizio di videosorverglianza, wifi, parcheggi scambiatori, ampliamento parcheggi, sistemi di sicurezza fra i più avanzati per la circolazione treni, ma di tutto ciò lascio la parola a RFI Marta
Giuseppe Marta RFI S.p.A.: per permettere la realizzazione di corridoi Europei per la logistica sarà necessario allargare tutte le galleria della linea Bologna - Prato a uno standard denominato PC80, che permetterà di far circolare treni merci che trasportano TIR. Per fare ciò dovremo sia fresare le volte delle gallerie di una quantità stimata dai circa 10 cm in alcuni punti fino a 40 cm in altri e abbasseremo contemporaneamente anche il piano del ferro, quindi rimuoveremo binari, traverse e ghiaia e scaveremo sotto per abbassarci.

Anche se questo lavoro sembra gigante in realtà pur essendo un lavoro impegnativo non produrrà enormi quantità di materiali di risulta e ci impegneremo a trasportarlo nei depositi, che saranno individuati, principalmente per via ferroviaria al fine di non deteriorare e intasare le vostre strade Provinciali e/o Comunali. Altresì nel triennio rinnoveremo tutte le stazioni facendole divenire delle Smart Station con a fine lavori l'accesso attraverso tornelli e parcheggi ampliati che diverranno parcheggi scambiatori per l'intermodalità Treno / Pullman / Auto / Bici .


Il traffico durante i 3 anni di lavorazione rimarrà garantito secondo le seguenti percentuali :
90% traffico regionale
65% traffico IC
70% traffico merci

Nelle stazioni di Vaiano e Monzuno-Vado saranno realizzati binari di ricovero lunghi ben 750 metri per permettere il ricovero dei treni merci che vi circoleranno e a completamento lavori (dopo i 3 anni) nelle stazioni di San Benedetto Val di Sambro e Vado sarà realizzato il sottopasso fino al quarto binario e il marciapiede.

Nel Protocollo d'Intesa pattuito con Regione ER sono stati aggiunti i seguenti punti :
Osservatorio Permanente : la Regione, la Città Metropolitana, le imprese RFI si impegnano a istituire un osservatorio permanente che monitori e renda conto dell'andamento dei servizi interrogando le istituzioni i Comuni e il Comitato Pendolari
Trasporto Materiali di risulta e necessari per i cantieri : RFI si impegna a trasportarli massivamente su rotaia.

Mitigazione acustica : RFI si impegna a verificare i livelli di rumore e ove necessario a installare barriere anti-rumore
Gestione circolazione : RFI si impegna a rispettare la precedenza dei treni regionali sugli altri convogli quali : Alta Velocità / IC /Merci
Inter-modalità : a fine lavori saranno cedute le aree di cantiere al fine di ampliare i parcheggi per una inter-modalità Treno / Pullman / Auto / Bici

Alessandro Meggiato Dirigente Mobilità ferroviaria Regione ER : durante i lavori manterremo nelle fasce di apertura del traffico ferroviario il 90% dei treni circolanti, durante le fasce di chiusura metteremo più pullman in base al numero dei passeggeri da trasportare che percorreranno sia l'autostrada sia le strade provinciali per permettere una maggiore offerta e più possibilità ai viaggiatori cercando di venire incontro alle loro esigenze, pur consapevoli che il trasporto su gomma non può essere paragonato come velocità a un trasporto su rotaia, a tal proposito abbiamo pensato anche di permettervi di utilizzare la linea Porrettana con lo stesso titolo di viaggio.

Marco Monesi Consigliere Mobilità Città Metropolitana di Bologna : La città Metropolitana ha partecipato attivamente ai lavori in essere, una volta terminati i lavori si potrà finalmente avere un servizio metropolitano cadenzato, che assieme a un'integrazione tariffaria permetterà al viaggiatore in possesso di un unico titolo di viaggio di poter utilizzare più mezzi di trasporto.

Seguono domande da parte della platea su vari chiarimenti, di importante da ricordare un cittadino di Vado fa presente che le case costruite sulla galleria già in passato hanno avuto importanti lesioni, pertanto richiede a RFI e Amministrazione che vengano eseguite verifiche prima durante e dopo i lavori. Un'altra abitante fa presente che la fermata dei pullman sostitutivi prevista a Vado sulla SP325 sotto il ponte della ferrovia, risulta troppo lontana per chi deve raggiungere la stazione (es. per recuperare l'automobile) e pertanto se ne richiede una più vicina con l'ipotesi di poter ristrutturare il passaggio pedonale abbandonato che dalla SP325 permette il raggiungimento della stazione attraverso un tunnel che passa sotto alla ferrovia.

Alcuni interventi di spessore vengono fatti da Paolo Rubini e Giovanna Fiorini che fanno presente quanto sia difficile essere Pendolari, con treni sempre in ritardo, spesso sporchi e vecchi, con porte guaste, soppressioni per qualsiasi evento meteo, sale d'attesa chiuse o fredde e toilette non utilizzabili, mancanza d'informazione ecc.ecc. quando il tessuto sociale che costituisce la fascia Pendolare Regionale non ha nulla in meno di chi viaggia sugli AV e anzi queste persone giunte al lavoro ricoprono incarichi nella società utili a tutti e che se vi giungono in ritardo si danneggia l'intero "sistema" di cui tutti necessitiamo.....

La riunione si conclude con la promessa dell'Assessore Donini di rivedersi a Febbraio per la presentazione degli orari dei pullman e treni.”


Torna ai contenuti | Torna al menu