Linea ferroviaria Bologna-Prato, notevoli disservizi dopo le settimane di chiusura per lavori - Notizie - La Voce

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Linea ferroviaria Bologna-Prato, notevoli disservizi dopo le settimane di chiusura per lavori

Pubblicato da Andrea Donati in Appennino · 23/9/2019 03:40:00
Ennesimo comunica del Comitato Pendolari



Di Andrea Donati

Comunicato:

“Sono ormai trascorse 3 settimane dalla riapertura della linea ferroviaria Direttissima Bologna Prato, ma i viaggiatori sono molto allarmati e preoccupati per i tanti disservizi che si sono susseguiti in queste settimane...

Pur sapendo che la prima settimana sarebbe stata un rodaggio, visti i tanti cantieri aperti che hanno interessato la linea ferroviaria durante le settimane di chiusura, i disservizi però non accennano a diminuire...

Ci sono state soppressioni di diversi regionali e molti ritardi in queste settimane, sicuramente compici anche eventi estemporanei come investimenti che hanno paralizzato non solo la linea Direttissima, ma i viaggiatori devono pur rispettare un orario di scuola o di lavoro e anche per il
rientro a casa non c'è mai certezza di quale sarà l'effettivo orario di arrivo.

Il Comitato Pendolari sempre attivo scrive alle imprese ferroviarie e alle Regioni Commitenti del servizio, ma poche volte si ottengono risposte e soprattutto ci si aspetta che il disservizio lamentato non sia ripetuto e invece accade nuovamente...

Porte che non si aprono nelle stazioni hanno costretto viaggiatori a prolungare il proprio viaggio fino alla stazione successiva, per poi attendere un altro regionale che li riportasse nell'effettiva stazione di discesa, ritardi e cancellazioni minano la certezza di poter arrivare a un orario certo, i tempi di percorrenze dei treni sono sempre più lughi, il che significa che si parte prima per arrivare dopo percorrendo gli stessi chilometri, ma questo garantisce alle imprese ferroviarie di non pagare penali sui ritardi.

Con queste ansie ogni giorno i viaggiatori della linea Direttissima si mettono in viaggio e ad ogni soppressione devono ricorrere al mezzo privato per non giungere in ritardo, aggiungendo al costo dell'abbonsamento mensile o annuale anche le spese di carburante, autostrada e parcheggio....
Siamo stanchi dicono i viaggiatori di vedere tanta pubblicità sui social e nei media in cui sembra che tutto vada a gonfie vele, invitiamo i politici e i dirigenti delle imprese ferroviarie a prendere il treno assieme a noi al mattino e alla sera....

Siamo presenti anche su FaceBook, cerca Comitato Pendolari Direttissima BO-PO e clicca su Mi Piace per rimanere informato”

Comitato Pendolari Direttissima


Torna ai contenuti | Torna al menu