Vado di Monzuno. Un ascensore e un parcheggio strategici nei pressi della stazione - Notizie - La Voce

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Vado di Monzuno. Un ascensore e un parcheggio strategici nei pressi della stazione

Pubblicato da Andrea Donati in Monzuno · 23/9/2021 10:20:00



Di Andrea Donati

Il capogruppo di RETE CIVICA - Progetto Emilia-Romagna Marco Mastacchi ha presentato un’interpellanza alla Presidente dell’Assemblea legislativa Emma Petitti e alla Giunta Regionale per sollecitare la realizzazione di un ascensore e di un parcheggio pubblico a Vado nei pressi della stazione, che consentano ai cittadini un più facile accesso alla stazione ferroviaria stessa.

La stazione di Vado, sulla linea “Direttissima” Bologna-Prato è stata recentemente oggetto di lavori di adeguamento, previsti all’interno del progetto di adeguamento della linea trasporto merci agli standard europei c.d. “Sagoma PC80”, necessari per realizzare la nuova rete centrale TEN-T (rete transeuropea dei trasporti).

Vado è anche una delle stazioni di testa del sistema ferroviario metropolitano e regionale e il paese sarà nel prossimo futuro oggetto di numerosi cambiamenti che auspicabilmente contribuiranno a migliorare la vita dei cittadini e del territorio:
• Si è ormai concluso l’iter di approvazione del progetto di dismissione del pezzo di autostrada A1 adiacente, dismissione che una volta finalizzata consentirà la realizzazione del parco fluviale.
• A circa 200 metri dalla stazione è quasi terminata la realizzazione della Casa della Salute quale presidio territoriale sanitario e qui troveranno posto i medici di medicina generale, i pediatri, la specialistica, i servizi infermieristici e il punto prelievi, per offrire un servizio territoriale di continuità alle nostre comunità per entrambe le vallate del Setta e del Sambro.
• L’attuale depuratore, ormai in disuso da più di 10 anni e situato nei pressi della stazione, dovrebbe essere a breve smantellato da Hera (il termine era stato fissato per il 2021).

Si capisce come la stazione e una sua più agevole fruizione siano punti nevralgici sia per chi nel territorio vive che per chi nel territorio lavora o transita e per un maggiore sviluppo dello stesso.
La stazione di Vado si trova più in alto rispetto al paese e il dislivello è attualmente superato per mezzo di un tunnel obsoleto.

Già nel luglio del 2008 l’Assemblea ha approvato a maggioranza l'utilizzo di fondi per la realizzazione di un ascensore di accesso alla stazione di Vado-Monzuno e di un ampio parcheggio di interscambio, in quanto rientranti nel progetto di sistemazione, dal punto di vista ambientale e paesaggistico, di quella zona.

A oggi, dopo più di 13 anni, non sono stati realizzati né l’ampio parcheggio, né tantomeno l’ascensore per favorire l’accesso alla stazione, disattendendo un impegno assunto dalla nostra Regione.

L’ascensore sostituirebbe l’obsoleto tunnel e l’area per il parcheggio è già stata individuata in quella occupata ora dal depuratore in dismissione.

Questi adeguamenti renderebbero la stazione pienamente operativa, in modo da favorirne l’accesso anche a tutti coloro che usufruiranno della Casa della Salute, aumentando nel contempo le possibilità di parcheggio in vista di un intensificarsi del traffico di utenti.

La Giunta regionale e l’Assessore competente vengono interpellati dal Consigliere Mastacchi per sapere se la regione intenda mantenere gli impegni assunti con i cittadini ormai più di 13 anni fa e quindi realizzare il parcheggio e l’ascensore nella stazione di Vado.

Chiede inoltre se intenda impiegare anche le risorse europee che avrà a disposizione, oltre a quelle regionali per la realizzazione del parcheggio e dell’ascensore.



 


Torna ai contenuti | Torna al menu