Autovelox TruCam telelaser rileva anche cinture, cellulare, revisione e assicurazione scadute - Notizie - La Voce

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Autovelox TruCam telelaser rileva anche cinture, cellulare, revisione e assicurazione scadute

Pubblicato da Andrea Donati in Appennino · 12/1/2020 09:25:00
L’autovelox TruCam dispone di una telecamera ad infrarossi che realizza filmati in HD, fino a 1,2 km di distanza che funziona in ogni condizione meteo e di notte




Di Andrea Donati

Arriva l’autovelox telelaser intelligente TruCam che oltre alla velocità rileva cosa accade nell’abitacolo e soprattutto è in grado di accorgersi se il guidatore alla guida indossa le cinture o parla al telefono. Questo dispositivo funziona in ogni condizione meteo ed in tutte le condizioni di guida, ma cerchiamo di capire che cos’è e come funziona.

Tutte le informazioni vengono immediatamente salvate su un hard disk, in modo da creare delle prove dell’infrazione rilevata. Però bisogna precisare una cosa, il TruCam nasce principalmente come un rilevatore di velocità e perciò entra in azione solo se l’automobilista va troppo forte.
Facendo un esempio, se si guida con il telefono all’orecchio ma si viaggia entro i limiti il TruCam non rileva l’infrazione.

Multa autovelox TruCam telelaser velocità, cellulare, cinture, assicurazione e revisioni scadute
Le multe emesse dalle TruCam seguono quando riportato sul Codice della Strada.
- Multa per accesso di velocità – La sanzione per l’eccesso di velocità va da 41 a 3.287 Euro e fino a 10 punti sulla patente;
- Multa per utilizzo cellulare alla guida – La multa per chi viene pizzicato alla guida con il cellulare da 160 a 646 Euro e 5 punti;
- Multa per revisione scaduta da 168 a 674 Euro
- Multa per assicurazione scaduta da 841 a 3.287 Euro e fino ad un massimo di 10 punti

Contestare una multa al TruCam è quasi impossibile, perché, come abbiamo detto, si tratta di un apparecchio capace di registrare un video di tutte le fasi di avvicinamento del veicolo sanzionato. Ma una possibilità c’è: come tutti i dispositivi in dotazione alle Forze dell’Ordine viene sottoposto alla cosiddetta “taratura periodica”, in assenza di un certificato che ne attesti l’avvenuta revisione la multa è automaticamente considerata nulla.

Perciò, in caso venite pizzicati dal TruCam, chiedete sempre alle Forze dell’Ordine di mostrarvi il certificato che dimostri l’avvenuto “tagliando” del sistema. Se c’è mettevi l’anima in pace e non tentate nessun tipo di ricorso.

Ovviamente il relevatore TruCam deve essere dato in dotazione alle amministrazioni comunali previo acquisto (il costo si aggira dai 14mila ai 18mila euro circa).





Torna ai contenuti | Torna al menu