Il Comitato Pendolari Direttissima aggiorna sul piano neve RFI e Trenitalia/TPER - Notizie - La Voce

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Il Comitato Pendolari Direttissima aggiorna sul piano neve RFI e Trenitalia/TPER

Pubblicato da Andrea Donati in Appennino · 12/11/2018 07:18:00



Di Andrea Donati

Sempre presente e attivo il Comitato Pendolari, che gentilmente ci aggiorna sui frequenti contatti con RFI e Trenitalia/TPER a tutela dei viaggiatori siano essi pendolari e non. Questa volta ci aggiornano sulla riunione tenutasi l’8 Novembre 2018 per quanto riguarda il piano neve che entrerà in vigore a metà Novembre e durerà fino a metà Aprile.

Fondamentalmente RFI ci ha informato che in base alle previsioni che ricevono dalla Protezione Civile relative alla giornata successiva sono in grado dalle ore 14.00 di diramare informazioni sul piano di circolazione del giorno successivo. 
Saranno previste due tipologie di diminuzione dei convogli in base alle allerte diramate dalla Protezione Civile che a grandi linee dovrebbero essere così previste :

Allerta ARANCIONE -> previsione di sospensione del 30% dei treni sulla linea ferroviaria ove è prevista l'allerta meteo con predilezione di soppressione per i convogli che percorrono una tratta più breve rispetto ad altri, in poche parole sopprimono i Bologna San Benedetto VdS e non i Bologna Prato.

Allerta ROSSA -> previsione di sospensione del 50% dei treni sulla linea ferroviaria ove è prevista l'allerta meteo con predilezione di soppressione per i convogli che percorrono una tratta più breve rispetto ad altri, in poche parole sopprimono i Bologna San Benedetto VdS e non i Bologna Prato.

Una volta diramata la previsione di sospensione del traffico al 30 o 50%, nel caso in cui il giorno dopo ci sia il sole o comunque la previsione di allerta meteo sia completamente disattesa, la soppressione dei convogli sarà ugualmente messa in atto, poiché prevede la movimentazione di personale e mezzi che non può essere risistemata in poche ore!! 

Nel caso di gelicidio, che l'anno scorso ha completamente paralizzato molte linee e anche per più giorni, sono stati predisposti treni con pantografi raschia-ghiaccio sulle linee che l'anno scorso hanno manifestato maggiormente questo problema, altresì con previsione della Protezione Civile di questo fenomeno verrà spruzzata sulla linea aerea un olio che dovrebbe ritardare o rallentare il fenomeno.

A livello di informazione alla clientela è stato previsto che nei tabelloni delle stazioni in caso di soppressione del 30 o 50% dei convogli, non verranno pubblicati i treni con scritto appunto Cancellato, ma verranno pubblicati i soli treni che circoleranno, questo per rendere maggiormente fruibile l'informazione alla clientela.

Non appena il piano sarà convalidato ci verrà comunicato e in questo modo potremo inoltrarlo a tutti i viaggiatori aderenti al Comitato Pendolari, questo permetterà a tutti di sapere in base alla tipologia di soppressione (30 o 50%) quali sono i treni che circoleranno, quindi la situazione diverrà molto simile alla casistica di Sciopero in cui ci sono i treni garantiti, è ovvio che essendo la causa non uno sciopero ma un'allerta meteo, la situazione potrebbe mutare in base alla gravità degli agenti atmosferici in essere. “





Torna ai contenuti | Torna al menu