In Val di Bisenzio raffica di concorsi pubblici: i Comuni cercano undici dipendenti - Notizie - La Voce

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

In Val di Bisenzio raffica di concorsi pubblici: i Comuni cercano undici dipendenti

Pubblicato da Andrea Donati in Appennino · 22/11/2019 08:27:00
Vaiano, Cantagallo e Vernio i comuni interessati



Di Andrea Donati

Le amministrazioni di Vaiano, Vernio e Cantagallo alle prese con la sostituzione del personale che negli ultimi mesi è andato in pensione anche grazie anche a quota cento

Raffica di concorsi pubblici, nei prossimi mesi, in Val di Bisenzio dove sono annunciati concorsi per un totale di undici posti nelle amministrazioni comunali. L’Unione dei Comuni, in particolare, cerca un tecnico della forestazione e uno della bonifica, il Comune di Vaiano un necroforo e un responsabile della manutenzione: due operai servono a Vernio mentre Cantagallo ha bisogno di almeno tre tecnici amministrativi. A questi si aggiungono i bandi che si sono chiusi in questi giorni per un elettricista a Vaiano e per un amministrativo in palazzo comunale a Luicciana.

Posti che non sono sufficienti a coprire l’organico, ma che permettono di sostituire il personale che negli ultimi mesi è andato in pensione grazie anche a quota cento. In prospettiva servirebbero anche quattro agenti della Municipale, servizio unico gestito dall’Unione dei Comuni.

“La situazione – ha spiegato Giovanni Morganti sindaco di Vernio - con il tournover al 100% si è sbloccata, anche se resta il problema del vincolo di spesa. Soffriamo anche di un altro problema: il nostro territorio non è attrattivo e quindi non riusciamo a reperire personale attraverso la mobilità. Inoltre, spesso, siamo un punto di partenza; quando vengono indetti concorsi in Comuni più facilmente raggiungibili il personale partecipa. Nel momento in cui vince passano diversi mesi prima di riuscire a riassegnare il posto”.

Soffre anche Cantagallo dove su 12 dipendenti 7 sono in “copartecipazione” con l’Unione dei Comuni, uno è a part time e gli altri in organico al Comune: “Come minimo servono almeno altre 5 persone – spiega il sindaco Guglielmo Bongiorno – oltre agli amministrativi siamo carenti di tecnici del controllo: abbiamo un territorio di 95 chilometri quadrati che di fatto è controllato da cinque persone che si devono fare carico anche del servizio al pubblico. Abbiamo bisogno di operai e figure in grado di valutare l’emergenza idrogeologica, ma anche lo stato di usura delle strade” .

Unica nota positiva è che Cantagallo viene considerato un luogo piacevole dove vivere: “Quando apriamo una procedura di mobilità – conclude il sindaco – abbiamo sempre delle richieste perché il nostro territorio piace, come del resto la dimensione familiare in cui si lavora. Puntiamo anche su questo per implementare l'organico”.

Critica anche la situazione a Vaiano “Si è conclusa in questi giorni – spiega il sindaco Primo Bosi – il termine per il concorso da elettricista ma ora serve anche un amministrativo e un necroforo. A breve inizieremo le procedure per la ricerca di queste figure. Siamo anche riusciti a sostituire un’assistente sociale in maternità con un contratto a tempo determinato, ma è stato un percorso difficile”. A pesare sulle spalle dei Comuni anche l’impossibilità di pescare dalle graduatorie di altre amministrazioni vicine e il costo dei concorsi. 





Torna ai contenuti | Torna al menu