Via della Lana e della Seta. Inizia il primo trekking ufficiale - Notizie - La Voce

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Via della Lana e della Seta. Inizia il primo trekking ufficiale

Pubblicato da Andrea Donati in Castiglione dei Pepoli · 20/6/2018 10:33:00
Giovedì 21 Giugno la prima tappa per il ricongiungimento a Castiglione dei Pepoli.



Di Andrea Donati

Inizia Giovedì 21 Giugno il percorso trekking che partendo da Bologna e in contemporanea da Prato, percorrerà la prima tappa in vista del raggiungimento a Castiglione dei Pepoli che avverrà Sabato 23 e che vedrà una grande festa di inaugurazione.

Vediamo quali sono i percorsi della prima tappa:

PARTENZA DA PRATO
ORE 08:30
Partenza da Piazza del Duomo (Prato)
Inaugurazione percorso con la presenza delle autorità locali e partenza.

ORE 10:00
Visita al Cavalciotto di Prato
In compagnia di Roberto Dei, esperto dello storico sistema idrico. Risalente al XI° secolo, il Cavalciotto fa parte del sistema idrico pratese ed è uno dei più importanti esempi di archeologia industriale del territorio.

“Il Cavalciotto è una pescaia posta a Santa Lucia che risale al secolo XI ed è una componente fondamentale del complesso sistema idrico pratese, costituito da ben 53 chilometri di gore che partendo da lì attraversano tutto il territorio pratese per poi andare a gettarsi nel fiume Ombrone. La funzione principale del Cavalciotto era quindi quella di deviare il naturale corso del Bisenzio per dare vita al cosiddetto Gorone, la prima e più grande gora di Prato. “

ORE 12:30
Sosta pranzo a Valibona
Valibona è una piccola borgata del comune di Calenzano, posta alle pendici del Monte Maggiore. Ancora oggi è raggiungibile solo attraverso sentieri non asfaltati e piuttosto disagevoli e le sue case sono state abbandonate fin dal secondo dopoguerra. Nel 1944 fu teatro della prima battaglia di Resistenza in Toscana.


Arrivo prima tappa a Le Fornaci - Vaiano
Possibile visita al Museo della Badia di San Salvatore a Vaiano.

La Badia di Vaiano è il cuore storico del capoluogo: intorno a questo complesso monastico di epoca alto-medievale (con notizie documentate fin dai primi anni Mille) sorse il primo agglomerato urbano.
Il Museo occupa l'ala sud dell'antico monastero benedettino vallombrosano (comprendente il refettorio e l’appartamento dell’abate con cappella e scrittoio decorati nel XVIII secolo), ma tutto il complesso della Badia di Vaiano deve essere considerato museo di se stesso.

PARTENZA DA BOLOGNA
ORE 08:30
Partenza da Piazza Maggiore (Bologna)
Inaugurazione percorso con la presenza delle autorità locali e partenza.

ORE 11:00
Visita alla Chiusa di Casalecchio di Reno
Visita in compagnia di Fabio Marchi, Direttore del consorzio della Chiusa, la più antica opera idraulica d'Europa ancora in funzione e utilizzata in maniera continua ed ininterrotta, ancora oggi l’imponente sbarramento del Reno e le poderose muraglie che sostengono il canale suscitano ammirazione in chi guarda.

ORE 12:30
Sosta pranzo a Palazzo de' Rossi
Il palazzo fu edificato alla fine del sec. XV da Bartolomeo Rossi, splendido signore del Rinascimento, lungo le rive del Reno affinchè le acque del fiume potessero servire come forza motrice per le diverse imprese agricole e artigianali (mulino, segheria,cartiera...).

ORE 18:00
Arrivo prima tappa a Sasso Marconi con aperitivo di benvenuto.







Torna ai contenuti | Torna al menu