Si approssima la fine della “FASE 2”, e il SUAP dell’Appennino bolognese intende fornire alcune indicazioni per la ripresa delle attività commerciali finora rimaste chiuse. - Notizie - La Voce

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Si approssima la fine della “FASE 2”, e il SUAP dell’Appennino bolognese intende fornire alcune indicazioni per la ripresa delle attività commerciali finora rimaste chiuse.

Pubblicato da Andrea Donati in Appennino · 13/5/2020 17:50:00
Linee guida di Inail e ISS per le eventuali aperture del 18 Maggio



Di Andrea Donati

Il Suap dell’Appennino Bolognese fornisce le “INDICAZIONI PER LA RIAPERTURA DELLE ATTIVITA’ COMMERCIALI E ARTIGIANALI DI SERVIZIO”:

Si approssima la fine della “FASE 2”, e il SUAP dell’Appennino bolognese intende fornire alcune indicazioni per la ripresa delle attività commerciali finora rimaste chiuse. Sembra infatti, anche se ad oggi non ne abbiamo l’assoluta certezza, che dal 18 maggio possano riaprire anche le attività commerciali e artigianali non alimentari, come negozi di abbigliamento, parrucchieri, ecc.

Nel caso queste prime ipotesi vengano confermate, riteniamo utile dare le seguenti indicazioni:
•Per la riapertura delle attività consentite non occorre fare alcuna comunicazione al SUAP o al Comune
•Gli orari di apertura delle attività commerciali sono liberalizzati h24 e non vanno comunicati al SUAP o al Comune. Il commerciante deve semplicemente scegliere l’orario di apertura e renderlo noto al pubblico con un avviso visibile dall’esterno
•Chi è chiuso per turno il lunedì, come ad esempio i parrucchieri, può variare l’orario di apertura con un semplice avviso affisso sulla vetrina del negozio. Anche in questo caso, non occorre alcuna comunicazione al SUAP o al Comune
•Ricordiamo inoltre che il giorno di riposo è facoltativo, e le aperture domenicali e festive sono possibili senza alcuna condizione, salvo il rispetto dei punti precedenti. Attendiamo l’emanazione di ulteriori provvedimenti da parte del Governo e della Regione per successivi aggiornamenti.

In allegato le linee guida.




Torna ai contenuti | Torna al menu