Il vicepresidente della Regione Raffaele Donini si recherà in visita alla Casa di Cura Nobili - Notizie - La Voce

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Il vicepresidente della Regione Raffaele Donini si recherà in visita alla Casa di Cura Nobili

Pubblicato da Andrea Donati in Castiglione dei Pepoli · 27/11/2019 19:39:00
Attesa la gradita visita per Venerdì 29 Novembre alle ore 12.00 circa



Di Andrea Donati

Che la Casa di Cura Nobili sia un importante presidio sanitario per l’Appennino Tosco/Emiliano è ormai una realtà consolidata da decenni, ma in questi ultimi anni ha vissuto sostanziali trasformazioni e creato progetti che ne hanno amplificato l’importanza.

Riportiamo alcuni passaggio di un nostro precedente articolo.

“Garofalo Health Care, gruppo che opera nel settore della sanità privata e azionista di riferimento (95%) della Casa di Cura Nobili di Castiglione dei Pepoli, contribuirà con 300 mila euro al nuovo parcheggio multipiano previsto nel centro della cittadina bolognese.

Lo prevede un accordo sottoscritto tra Comune e Garofalo e approvato nel corso del consiglio comunale straordinario del 21 maggio. A fronte del contributo, il Comune riconoscerà a Garofalo l’utilizzo riservato di 15 posti auto per un periodo di 25 anni e i diritti edificatori corrispondenti al vecchio immobile comunale che sarà demolito per far spazio al parcheggio, il cui indice edificatorio è pari a mq.1000 di superficie utile costruibile. Tali diritti saranno utilizzati da Garofalo esclusivamente per ampliare la Casa di Cura Nobili e fornire così nuovi servizi al territorio.

La cifra permetterà di completare l’investimento previsto di 1.708.000 €, di cui un milione ottenuto dal bando “Rigenerazione Urbana” promosso dalla Regione Emilia-Romagna e i restanti a carico del Comune. La partecipazione al bando in effetti prevedeva tra i requisiti la presenza di un cofinanziamento locale (attraverso risorse pubbliche e private) non inferiore al 30% del costo complessivo degli interventi: la cifra prevista da Garofalo, in aggiunta a quella di stanziata dal Comune, permette di superare abbondantemente questo vincolo.”






Torna ai contenuti | Torna al menu