Caro affitti e studenti, il sindaco di San Benedetto Vds: "Da noi case a 2,50 euro al giorno" - Notizie - La Voce

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Caro affitti e studenti, il sindaco di San Benedetto Vds: "Da noi case a 2,50 euro al giorno"

Pubblicato da Andrea Donati in San Benedetto Val di Sambro · 29/8/2019 14:14:00
Santoni: "Per tre mesi regaliamo anche l'abbonamento del treno"



Di Andrea Donati

Ci siamo occupati anche in passato di questo annoso problema riguardante il caro affitti in città per gli universitari, e di come Santoni sindaco di San Benedetto Val di Sambro, pensava già da oltre un anno di poter risolvere con le case sfitte dell’Appennino.

Altri comuni dell’Appennino (Monghidoro, Firenzuola) hanno incentivato le ristrutturazioni delle seconde case con esenzione, per alcuni anni, da Tasi e IMU, ma vediamo l’iniziativa messa in atto dal Sindaco di San Benedetto Vds, riportando un articolo pubblicato oggi in cronaca da Bologna Today e che comprende un’intervista al primo cittadino.

Il Comune di San Benedetto Vds dell'Appennino, lancia l'offerta dedicata agli studenti universitari mettendo a disposizione appartamenti a 75 euro al mese.

Negli ultimi anni cercare un alloggio a Bologna è diventata una vera e propria impresa, visto che la domanda supera l'offerta, senza considerare i prezzi da capogiro per una stanza singola, così come per una doppia. Una vera e propria 'emergenza', sulla quale più volte enti ed esponenti politici hanno puntato l'attenzione, visto che molti giovani rinunciano a studiare a Bologna per mancanza di case disponibili, o prezzi accessibili. Ma a capovolgere questa situazione ci prova il sindaco di San Benedetto Val di Sambro, Alessandro Santoni, che lancia un progetto dedicato agli universitari: case a 75 euro al mese, cioè a 2,50 al giorno per ogni studente.

Santoni, l'anno scorso aveva lanciato una sorta di appello a studenti e lavoratori che non trovavano casa a Bologna, invitandoli a trasferirsi a San Benedetto Val di Sambro perché c'erano case a disposizione. Oggi invece, presenta un progetto più strutturato con la possibilità di avere una stanza singola a meno di 100 euro...

"Si, quest'anno come Amministrazione ci siamo mossi prima. Già dai primi giorni di agosto avevamo tutto pronto, e abbiamo contattato l'Università di Bologna che ha accolto subito il nostro progetto. San Benedetto è un piccolo comune dell'Appennino, ma grazie alla stazione la città di Bologna è raggiungibile sempre in pochissimo tempo, e siamo a ridosso del casello autostradale, quindi anche chi ha un mezzo proprio può spostarsi velocemente.

L'Università da questo anno sta informando tutti gli studenti della possibilità di alloggiare nel nostro territorio a prezzi ben diversi da quelli che si trovano a Bologna, circa 300 euro per un intero appartamento,  e abbiamo già contatti da parte di studenti e famiglie da tutta Italia. Non solo, anche studenti stranieri ci hanno chiesto maggiori informazioni, e abbiamo studiato una formula per offrire ad alcuni anche il trasporto".

Stanze a 75 euro al mese e trasporto gratis?
"Si, esattamente. L'affitto per un'intera casa da 3 o 4 posti letto è di 300 euro al mese. Dividendolo per ogni singola stanza lo studente paga 'solo' 75 euro al mese per l'affitto, circa 2,50 al giorno, quanto un cornetto e una brioche. Non solo, ai 4 studenti 'più veloci', cioè che decidono di abitare a San Benedetto, per tre mesi, da ottobre a dicembre, il Comune pagherà sia l'affitto che il trasporto con il treno. Un incentivo in più".

Quali appartamenti avete messo a disposizione degli studenti?
"Sono tutti appartamenti di privati. Stiamo raccogliendo tutte le offerte dei cittadini e le domande degli studenti, e ovviamente facciamo una selezione. Sono tutte case con più posti letto, perché l'idea è quella di fare anche 'gruppo' e trovare le soluzioni più idonee per tutti".

Dove sono gli appartamenti?
"Gli alloggi che al momento stiamo mettendo a disposizione sono nella frazione di Ripoli, o zone limitrofe. Questo perché sono più vicine alla stazione e gli spostamenti sono più rapidi e veloci. Non solo, sono luoghi che in inverno hanno meno disagi a causa del clima, perché si trovano a un'altitudine diversa. Ripoli ad esempio si trova anche vicino al casello autostradale di Rioveggio, offre servizi al dettaglio con alimentari, bar e ristoranti e c'è un borgo storico. Chiunque decide di studiare a Bologna e vivere a San Benedetto può integrarsi a pieno nella vita della comunità".

Come funziona? Chi bisogna contattare?
"Alcune case sono a già disposizione, altre le stiamo vagliando. La settimana prossima usciremo con un bando dedicato ai 4 studenti che per primi decidono di venire qui. A questi offriamo per tre mesi affitto e trasporto. Noi raccogliamo domanda e offerta, e se qualcuno è interessato lo mettiamo in contatto con il proprietario. Ovviamente viene stipulato un regolare contratto di affitto, e non ci sono costi di agenzia".

Perché un simile progetto?
"Quando si decide di andare a studiare in un'altra città, una delle più grandi imprese consiste nella ricerca dell'alloggio e non è facile trovare soluzioni abitative a canoni di affitto calmierati e accessibili. E non a caso, a Bologna questo problema persiste da qualche anno. Il nostro è un territorio ricco, e credo che anche questo sia un modo per promuoverlo. Incentivare le persone, anche lavoratori, a venire a San Benedetto non solo permette di risparmiare sui costi degli affitti, ma crea maggiore economia sul territorio, e le case non sarebbero più sfitte. Inoltre, questo è un territorio con un ottimo livello di qualità di vita, che consente agli studenti di poter studiare in pace e tranquillità.

Questa è un’azione che mette gli studenti fuori sede al centro di un progetto più ampio di valorizzazione territoriale in forza della loro propensione ad abitare altrove per motivi di studio, e per favorire una esperienza di vera partecipazione alla vita delle comunità".

- Maggiori informazioni 
Per informazioni o domande è possibile contattare gli uffici comunali preposti al numero di telefono 0534 95026, interno 125 o 117 , oppure inviando una mail all'indirizzo: adriana.santi@comune.sanbenedettovaldisambro.bo.it  oppure linda.cumoli@comune.sanbenedettovaldisambro.bo.it.




Torna ai contenuti | Torna al menu