“Borghi in arte”: decima edizione - Notizie - La Voce

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

“Borghi in arte”: decima edizione

Pubblicato da Andrea Donati in Camugnano · 20/7/2018 11:15:00
La manifestazione artistica ospitata dal borgo medievale di Predolo a Camugnano



Di Andrea Donati

Decima edizione di “Borghi in arte” nel suggestivo borgo di Predolo, vicino a Camugnano

Riportiamo il comunicato dell’Unione dei Comuni dell’Appennino Bolognese.

18 luglio - Si terrà il 21 e il 22 luglio a Camugnano, nel suggestivo borgo di Predolo, la decima edizione di “Borghi in arte”, la manifestazione dedicata alle arti figurative patrocinata dall’Unione dei comuni dell’Appennino bolognese, dai comuni di Camugnano e Grizzana Morandi e organizzata in collaborazione con la Polisportiva di Campolo.

Il programma prevede alle ore 17 di sabato 21 luglio la presentazione delle opere in arenaria e marmo di Carrara dello scultore Luigi Faggioli che le ospita nel suo giardino a Predolo e a seguire un rinfresco. Non è un caso che l’artista abbia deciso di risiedere e lavorare qui: il piccolo borgo di Predolo infatti risale al quindicesimo secolo e sorge tra Campolo e Montovolo, non molto distante dal più celebre borgo la Scola. Anche qui i maestri comacini hanno lasciato tracce del loro talento architettonico.

Faggioli è molto conosciuto in Appennino, dal momento che i suoi lavori hanno arricchito diversi borghi della zone: basti pensare alle sue fontane a Vidiciatico e a Tolè, mentre sono diverse le sculture ospitate da aziende lcoali quali l’IMA, la Palmieri e la Silmac.

Durante la due giorni sarà inoltre possibile apprezzare le opere delle pittrici Anna Rita Morara (tecniche miste e gessetto) e Tiziana Salvi (acrilici su tela). Domenica 22 luglio alle 17 è prevista invece una conferenza del professor Graziano Baccolini. Docente di chimica all’Università di Bologna, Baccolini è un appassionato studioso della storia del territorio, di Montovolo in particolare, e delle sue origini etrusche. L’incontro verterà in particolare sulle tesi del professore il quale sostiene, sulla base delle ricerche e delle analisi chimiche da lui effettuate, che l’acqua della sorgente degli Sterpi, vicino Montovolo, abbia proprietà curative legate alla sua composizione e contrasti l’invecchiamento e la sterilità femminile.






Torna ai contenuti | Torna al menu