Coronavirus, al via la vaccinazione per i volontari del trasporto sanitario. - Notizie - La Voce

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Coronavirus, al via la vaccinazione per i volontari del trasporto sanitario.

Pubblicato da Andrea Donati in Castiglione dei Pepoli · 11/1/2021 08:17:00
Anche i volontari della Croce Rossa di Castiglione coinvolti da oggi Lunedì 11 Gennaio



Di Andrea Donati

Domenica, 10 gennaio, è iniziata la campagna vaccinale anticovid rivolta ai Volontari del Trasporto Sanitario: Croce Verde, Croce Rossa, Croce Giallo-Azzurra e altre associazioni.

I volontari del Trasporto Sanitario sono stati, fin dall’inizio della pandemia, sempre in prima linea, accanto agli operatori sanitari, con i loro mezzi, che sono stati utilizzati non solo per il trasporto dei pazienti non deambulanti, ma anche come “ambulatori” in cui effettuare i tamponi alla cittadinanza.

Un importante lavoro di squadra tra volontari e personale sanitario, che ha permesso di affrontare i periodi più critici della pandemia.

Il Vaccine Day dedicato ai volontari del Trasporto Sanitario vuole essere anche un modo simbolico per dire grazie ai tanti volontari che, ogni giorno, con passione, dedicano parte del loro tempo in attività di volontariato.

Anche i volontari di Castiglione dei Pepoli iniziano oggi l’importante azione di vaccinazione che serve, oltre che a tutelare se stessi e le proprie famiglie, a tutelare i trasportati e assistiti che fanno parte della categoria più a rischio perché spesso sono portatori di altre patologie.

Cogliamo l’occasione, e non ci stancheremo mai di farlo anche perché tuttora fra molte persone il concetto non è ben chiaro, per sottolineare che i volontari sono detti così perché non vengono pagati da nessuno e seguono il principio della VOLONTARIETA’ che anima molte delle associazioni che si occupano di Salute e che implica però la disponibilità di ognuno in base alla propria vita e ai propri impegni.

Tra questi volontari, ci possono essere persone che vengono assunte, e perciò sono detti STIPENDIATI, i volontari possono ricevere un piccolo rimborso spese se il servizio occupa molte ore della giornata, che il più delle volte si traduce, al massimo, nel costo (documentato) di un panino o una pizza al taglio.

A loro il nostro plauso, ringraziamento e solidarità.






Torna ai contenuti | Torna al menu