Biblioteche virtuali, un milione di libri on line gratis. Istruzioni - Notizie - La Voce

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Biblioteche virtuali, un milione di libri on line gratis. Istruzioni

Pubblicato da Andrea Donati in Appennino · 17/3/2020 05:48:00
Il patrimonio digitale della rete bibliotecaria della Regione viene messo a disposizione dei lettori.



Di Andrea Donati

È possibile accedere a oltre mille biblioteche dell'Emilia-Romagna, attraverso la rete, anche da casa. Circa un milione di titoli online sono a disposizione dei lettori emiliano-romagnoli sui portali dedicati nell'offerta di ebook, audiolibri, periodici e immagini.

Da Rimini a Piacenza, in attesa della riapertura delle biblioteche, che segnerà la fine dell'emergenza Covid-19, il patrimonio digitale della rete bibliotecaria, sostenuta dalla Regione Emilia-Romagna attraverso il suo Istituto Beni Culturali, viene messo a disposizione dei lettori.

Due portali offrono la possibilità di accedere a MediaLibraryOnLine (Mlol), la rete italiana di biblioteche pubbliche che mette a disposizione sia pubblicazioni protette da diritti (più di 35mila ebook, 7mila tra riviste e quotidiani italiani e stranieri, 700 audiolibri), sia risorse ad accesso libero, selezionate dalla rete in collaborazione con i bibliotecari (oltre un milione tra ebook, audiolibri, immagini, mappe, banche dati, e-learning e app).

Si tratta dei portali EmiLib per i territori di Piacenza, Parma, Reggio Emilia, Modena, Bologna, Ferrara e la Biblioteche Romagna per le zone di Ravenna, Forlì-Cesena e Rimini. I due portali sono accessibili con ogni dispositivo, compatibili con tutti i sistemi operativi e si avvalgono di apposite app per la fruizione ottimale delle risorse digitali.

Per accedere occorre essere iscritti a una biblioteca pubblica del territorio e registrarsi al servizio. Ciascun utente può prendere in prestito ogni mese 4 titoli a scelta tra quelli protetti da diritti.

Nessuna limitazione, naturalmente, per i contenuti open access selezionati, disponibili gratuitamente e legalmente in rete (la licenza viene sempre indicata).

Fonte e foto: Bologna Repubblica  


Torna ai contenuti | Torna al menu