Prato. Colori e sapori del Vecchio Continente: in centro torna il Mercato Europeo - Notizie - La Voce

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Prato. Colori e sapori del Vecchio Continente: in centro torna il Mercato Europeo

Pubblicato da Andrea Donati in Prato · 18/9/2019 16:56:00
Da domani a domenica 60 stand con le specialità gastronomiche e dell'artigianato provenienti da otto Paesi. L'iniziativa interessa anche via Magnolfi e Largo Carducci



Di Andrea Donati

Torna il tradizionale appuntamento col  Mercato Europeo Prato, organizzato da Anva e Confesercenti, arrivato alla sua XIII edizione. Di fatto un momento molto atteso dal pubblico pratese e non solo, che si tiene nel cuore della città (piazza Duomo, via Magnolfi, largo Carducci). Moltissime anche quest’anno le specialità agroalimentari che – da domani 19 (inaugurazione alle 15.30) al 22 settembre – saranno presenti in piazza per un fine settimana di colori e sapori internazionali, proprio come nelle passate edizioni.

Complessivamente, il mercato vede la presenza di stand provenienti dalla Germania, dalla Francia, dalla Finlandia, dall’Austria, dal Belgio, dall’Inghilterra, dal Portogallo e dall’Olanda. Sono circa sessanta i banchi ad animare sia la piazza principale che la via Magnolfi, anche con l’intento di portare un più ampio respiro commerciale e di visibilità ad una bellissima strada.

Gli stand resteranno aperti per l’intera giornata. Nel complesso, la manifestazione è orientata a incentivare la fruibilità del centro storico in tutte le sue particolarità, sia commerciali sia di interesse storico artistico, attirando visitatori anche da fuori città. Rappresenta pertanto un’occasione importante per Prato anche in chiave turistica: chi deciderà di visitare il mercato europeo, avrà la possibilità ammirare le varie ricchezze artistiche di Prato.

Sarà presente anche uno stand della polizia municipale con agenti delle varie Unità Operative che distribuiranno materiale informativo legato ai vari progetti in corso (come ad esempio Alcool e responsabilità) gadget e occhiali per la simulazione dello stato di ebbrezza con percorso da far affrontare a volontari.
Fonte: Notizie di Prato


Torna ai contenuti | Torna al menu