Volontari della Croce Rossa Italiana di Castiglione dei Pepoli - Notizie - La Voce

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Volontari della Croce Rossa Italiana di Castiglione dei Pepoli

Pubblicato da Andrea Donati in Castiglione dei Pepoli · 8/1/2019 06:46:00
Un’attività forse poco visibile ma che comprende numeri importanti.



Di Andrea Donati

Come volontario, da molti anni, della Croce Rossa Italiana di Castiglione dei Pepoli, mi sento orgoglioso di farne parte e insieme agli Auguri di Buon Anno che rivolgo a tutto il gruppo di Castiglione dei Pepoli, vorrei ringraziare tutti i componenti per far parte di questa meravigliosa famiglia, presentando ai nostri lettori un piccolo reportage sulle caratteristiche dell’attività che svolgono i volontari.

Forse non tutti sanno che …
- La qualifica di “volontario”, e quindi la possibilità di indossarne la divisa, la si ottiene dopo aver superato un test preceduto da diversi mesi di corsi preparatori, tra i quali è compresa l’autorizzazione a poter operare con il DAE (Defibrillatore semiautomatico).
- Una delle caratteristiche basilari, che purtroppo molte persone non sanno e che spesso presuppongono il contrario, è che il volontario non PERCEPISCE alcun compenso, in soldi o altro, a qualsiasi titolo, compreso eventuali RIMBORSI SPESE, se non quando la trasferta, per la sua durata, comprende uno o più pasti o pernottamento, il tutto dietro regolare documentazione.
- Per poter guidare un’ambulanza o mezzo di emergenza, occorre una patente specifica che la si ottiene sempre dietro regolare corso e test di attitudine.

Ma veniamo a quelle che sono le principali attività relative al gruppo di Castiglione dei Pepoli, che da poco tempo e finalmente, può usufruire di una nuova sede in Località Cavanicce presso la quale si possono ricoverare la maggior parte dei numerosi mezzi a disposizione e che comprendono: n. 4 ambulanze, n. 2 Doblò attrezzati per trasporto pazienti in carrozzina, 1 Scudo e 1 Pulmino sempre per trasporto disabili e n. 2 Fiat Panda:
- Trasporto pazienti per visite specialistiche, ospedaliere ed altro, sia per privati che in convenzione con ospedali, case di riposo e servizi inter-ospedalieri (118). Tra questi mi sento di sottolineare il sevizio di accompagnamento dializzati, che inizia spesso prima dell’alba, andando a prelevare il paziente a domicilio, ma che a volte prevede l’accompagnamento in orari un po’ particolari (addirittura poco prima di mezzanotte, per servizi di alcuni ospedali). Ovviamente in qualsiasi condizioni atmosferiche (acqua, neve, ghiaccio ..).
- Altro servizio importante e impegnativo, è la reperibilità, per 4 turni (2 volontari, autista e soccorritore) nelle 24 ore, in convenzione con il 118 presso la Casa di Cura Nobili, per le emergenze di chiamate appunto al 118, per un periodo di 15 gg ogni mese. In pratica il servizio prevede l’accompagnamento al Pronto Soccorso dell’Ospedale Maggiore, per emergenze in loco affrontate in primis dagli addetti del 118 della Casa di Cura Prof. Nobili (punto di primo intervento).
- Naturalmente il gruppo fa parte del COC/COM (centri operativi) in caso di emergenze (calamità naturali, terremoti, grandi nevicate ...) insieme ai volontari della Protezione Civile e Vigili del Fuoco.
- Servizi di assistenza (molto spesso festivi) a manifestazioni sportive e altre (evacuazioni per rimozioni bombe, fiere…). In particolare vorrei sottolineare un intervento di salvataggio con defibrillatore effettuato recentemente da un nostro equipaggio presso le gradinate dello stadio D’Allara di Bologna in occasione di una partita di serie “A”.
- E’ aperto tutti i Mercoledì mattina, presso il “Colosseo” in occasione del mercato settimanale, un piccolo ambulatorio per misurazione pressione, colesterolo …

Concludo sottolineando che in pratica questo servizio non conosce soste, i dati (2017) delle ore di servizio sotto riportate lo confermano, e che il bisogno di volontari è sempre costante, nonostante il gruppo sia composto da oltre 60 addetti, ai quali basta un grazie, un sorriso, ed una stretta di mano, quale riconoscimento e stimolo per l’attività svolta e da svolgere.

Riporto i dati relativi alle ore di servizio effettuate nell’anno 2017 (non avendo ancora quelli del 2018, che comunque non sono certo inferiori) evidenziando che ogni volontario dedica il tempo che effettivamente può mettere a disposizione in base alle proprie esigenze personali.
Per ovvi motivi di Privacy, insieme alle ore totali. Riporto solamente i miei dati personali.

Ore di servizio totali effettuate dai volontari di Castiglione dei Pepoli; 12.882
Ore di un volontario (il sottoscritto, ma non fa media) : 844

Media giornaliera gruppo Castiglione dei Pepoli: 35,29 ore (compreso i festivi – 365 gg)
Media giornaliera volontario Andrea Donati : 2,31 ore (compreso i festivi - 365 gg)







Torna ai contenuti | Torna al menu