Volontari Protezione Civile di Castiglione, ecco chi vigila sul nostro territorio con l’attività “Antincendi Boschivi” - Notizie - La Voce

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Volontari Protezione Civile di Castiglione, ecco chi vigila sul nostro territorio con l’attività “Antincendi Boschivi”

Pubblicato da Andrea Donati in Castiglione dei Pepoli · 18/7/2018 11:55:00


Di Andrea Donati

No, non sono Vigili del Fuoco ma vigilano lo stesso e molto attentamente. Sono i volontari e i volontari specialisti del servizio A.I.B. Anti Incendi Boschivi (in foto), che con “occhi” attenti vigileranno e saranno pronti ad intervenire.

Ma leggiamo un loro comunicato.

JOLLY 4 questo è il nome in codice dell'equipaggio che da quest'anno verrà impiegato nell'attività di Antincendi Boschivi in Coordinamento con la Consulta della Prov. di Bologna e la Protezione Civile Regionale.

Il pattugliamento del mezzo JOLLY4 (Comune di Castiglione) si aggiunge agli altri 8 che coprono tutti il territorio della ns. Provincia.

Abbiamo inserito nel progetto una nuova postazione per l'Avvistamento Incendi che è situata sul Monte Catarelto (nel crinale tra Creda/Sparvo/Lagaro) che sarà presidiata tutti i sabati e domeniche dal 30 giugno fino al cessato STATO DI EMERGENZA INCENDI dalle 14 alle 19,15.

I ns. Volontari di Protezione Civile del Servizio A.I.B. (anti incendi boschivi) saranno impiegati nel servizio di reperibilità h 24 con pronta partenza di 2/3 ore oltre a servizi di Pattugliamento, mente altri volontari saranno "gli occhi" che scruteranno le nostre montagne pronti a segnalare eventuali avvistamenti di fumo.

L'impegno per la tutela del nostro territorio è molto importante visto che per tutta l'estate i Volontari saranno reperibili h24 per servizi in emergenza e vigileranno tutti i fine settimana confrontandosi con le altre 10 postazioni dislocate nella ns. Provincia.

Il presidio e la prontezza nell'affrontare un incendio boschivo è fondamentale per limitare i danni.

Cosa dire se non “Grazie e Bravi”?






Torna ai contenuti | Torna al menu