Nasce ESA, incubatore di imprese in Appennino - Notizie - La Voce

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Nasce ESA, incubatore di imprese in Appennino

Pubblicato da Andrea Donati in Appennino · 9/6/2018 11:39:00
L’acronimo sta per Excellentia Superior Animus, che significa “l’animo coraggioso fa l’eccellenza”.



Ci giunge e volentieri pubblichiamo.

Di Bruno Di Bernardo

ESA è l’acronimo di Excellentia Superior Animus (l’animo intrepido fa l’eccellenza) ed è una rete costituita da varie tipologie di imprenditori con sede a San Benedetto Val di Sambro. Sarà una incubatore di idee per lo sviluppo dell’Appennino.

ESA raccoglie imprenditori del territorio, storici, appassionati, una fitta rete di aziende della filiera del Magnesio e delle sue leghe, riunite nel network MG12, associati in ABC Appennino Bene Culturale, realtà che da alcuni anni promuove varie iniziative sul territorio, e dalla piattaforma Eco Futuro Appennino, concentrata su obiettivi che affrontano aspetti sociali ed economici legati al settore dell’innovazione e della metallurgia.

Al fianco di Maurizio Valentini, in questa nuova impresa sono Vincenzo Speghini e Dario Mingarelli, storico e cultore dei luoghi, che vive a Tavernola, antica località in Comune di Grizzana Morandi.

Il logo è stato disegnato da Nicola Russo, pluripremiato graphic designer, e presentato il 28 marzo 2018 presso l’azienda Cosmoderma, fondata dal Dott. Vincenzo Speghini, Farmacista di San Benedetto Val di Sambro.

MG12, cluster industriale sul Magnesio e sulle sue applicazioni. Obiettivo principale è diffondere la conoscenza di questo metallo super leggero e iper tecnologico, creare opportunità di business tra le aziende associate al network e ai loro stakeholder con l’uso e lo sviluppo delle tecnologie del Magnesio.

ABC Appennino Bene Culturale. Associazione che negli ultimi anni, sotto la spinta di Valentini, ha promosso tra le altre iniziative la Colonna della Direttissima, rievocazione storica di mezzi militari e figuranti in divisa della seconda guerra mondiale, una celebrazione dell’80esimo anniversario della ferrovia “Direttissima Bologna-Firenze” (2014), in memoria dei lavori di costruzione di quest’opera fondamentale nella storia d’Italia.

Eco Futuro Appennino. Primo obiettivo fare dell’Appennino un luogo ambito da imprenditori e professionisti per insediare attività che ne sviluppino le vocazioni e le eccellenze: dal progetto di una scuola sui metalli e le tecnologie avanzate, alla rivalutazione della mela Romana antica, dal rilancio turistico del lago di Castel dell’Alpi, allo sviluppo di alleanze con territori gemelli come la valle del Marecchia e il Montefeltro.

Tra gli altri progetti che animeranno ESA c’è anche il recupero dell’area di Ca’ di Landino, che il nuovo casello di Badia della variante di valico ha reso nuovamente attrattiva per insediamenti sia artigianali che di terziario.




Torna ai contenuti | Torna al menu