Apre a Castiglione un nuovo centro per disabili - Notizie - La Voce

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Apre a Castiglione un nuovo centro per disabili

Pubblicato da Andrea Donati in Castiglione dei Pepoli · 9/2/2018 10:59:00
Finalmente si realizza un progetto portato avanti da quasi vent’anni.



Di Andrea Donati

Anche l?unione dei Comuni dell’Appennino Bolognese ha emesso un comunicato. Dobbiamo però avvisare che non sarà presente il Vescovo Zuppi, impegnato a Roma.

Ecco il comunicato:

Apre a Castiglione un nuovo centro per disabili: finalmente si realizza un progetto portato avanti da quasi vent’anni

Sarà inaugurato sabato 10 febbraio a Castiglione dei Pepoli il centro “Arcobaleno” alla presenza dell’arcivescovo di Bologna Monsignor Zuppi, dei vertici AUSL e delle autorità locali.

8 febbraio 2018

Sarà inaugurato sabato 10 febbraio alle ore 15,30 a Castiglione dei Pepoli il centro “Arcobaleno”: un centro socio riabilitativo diurno per disabili gestito dalla Cooperativa Bologna integrazione ANFFAS.
Saranno presenti Monsignor Matteo Maria Zuppi arcivescovo di Bologna, Chiara Gibertoni, direttore generale Azienda Ausl di Bologna, Eno Quargnolo, Direttore del comitato di Distretto socio-sanitario dell’appennino bolognese, Marco Mastacchi, Presidente del comitato di Distretto socio-sanitario dell’appennino bolognese, Igor Taruffi, consigliere della Regione Emilia-Romagna, Morena Capanni Rappresentante Familiari Anffas, Nicole Devaux Fiaccadori, Presidente Cooperativa Bologna Integrazione ANFFAS. Fondamentale in questo progetto è stato il ruolo dei familiari dei ragazzi inseriti al centro che hanno pulito gli spazi e li hanno arredati con risorse proprie, frutto di iniziative e donazioni.

Le sale sono all'interno del centro polifunzionale di via Pepoli, che ospita tra l’altro altri servizi aperti di recente quali il centro di protezione civile della Valle del Setta, il centro donazione sangue e in futuro uno spazio residenziale per persone disabili. Il progetto risale addirittura alla fine degli anni 90, e ha generato molto dibattito relativo soprattutto alla sua ubicazione: sorge infatti dove una volta c’era un giardino pubblico, su un versante collinare che è stato necessario stabilizzare. I primi lavori sono iniziati nel 2003 e portati a termine di recente, superando numerose difficoltà tecniche e burocratiche.

Le polemiche sono ormai alle spalle e i cittadini sabato potranno ammirare il centro Arcobaleno che è stato appositamente progettato per venire incontro alle esigenze peculiari dei ragazzi disabili del territorio. Ha quindi sale specifiche per ogni attività, compresa una stanza con parquet per attività motorie, yoga, ginnastica.

La struttura affiancherà, per la valle del Setta, il centro “Quadrifoglio” di San Benedetto Val di Sambro, portando così a compimento le linee di indirizzo del Comitato di distretto socio-sanitario dell’Appennino bolognese che prevedono l’ampliamento dell’offerta e l’evoluzione dei servizi.

A Castiglione infatti è previsto l’accorpamento dei due centri diurni, mentre a San Benedetto nascerà un nuovo servizio focalizzato sulla formazione lavorativa delle persone disabili.

Durante la giornata sarà proiettato il documentario “La somma delle piccole cose”, ossia la vita al centro vista dai registi di Millemagichestorie.








Torna ai contenuti | Torna al menu