Ancora 'bene' la fiera di Carpineta del 13 Maggio - Notizie - La Voce

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Ancora 'bene' la fiera di Carpineta del 13 Maggio

Pubblicato da Andrea Donati in Carpineta · 14/5/2018 09:37:00
Notizie dalle Valli del Reno e del Setta ha pubblicato un ampio reportage.



Di Andrea Donati

Riportiamo integralmente quanto pubblicato oggi Lunedì 14 Maggio da “Notizie dalle valle del Reno e del Setta” comprese le esaudienti foto.

Si è tenuta ieri la tradizionale fiera di Carpineta che ha visto confermato il successo dell'incontro socio-ricreativo-culinario e commerciale. Una festa ripresa nel 2005, dopo una lunga pausa. La vita sociale di Carpineta si stava esaurendo. Gli incontri collettivi si affievolivano. Rimanevano solamente i racconti dei 'vecchi' che narravano con nostalgia delle belle feste di un tempo. La loro forza si era esaurita. Carpineta rischiava di perdere la sua identità sociale e aggregativa. 

A raccogliere il sentimento della nostalgia un gruppo di giovani residenti che, organizzatisi nell'associazione 'Anche i Somari Fanno Festa' (quasi a voler dire che la festa sarebbe stata un traguardo facile, ci riescono persino i somari!) ha ripreso in mano 'la matassa Carpineta' e con grande slancio ha riorganizzato l'antica fiera di cui, con tanta nostalgia, parlavano i vecchi riportandola alla realtà agricola attuale. Così, al posto dei vitelli e delle vacche da tiro, sono arrivati i trattori e l'offerta commerciale è stata incentrata su attrezzature per il trakking, per la cura e l'uso del cavallo, per il giardinaggio.

L'offerta culinaria montanara ha ripreso la tradizione dei ciacci (grandi e morbide piadine) farciti di pesto e affettati, insieme alla polenta e alla gramigna. Il successo aggregativo è stato immediato e ogni anno si è allargato anche al vicinato. Alla fiera si è subito affiancata la festa patronale, dedicata a San Vincenzo, che si tiene la prima domenica dopo Ferragosto.

L'offerta culinaria montanara ha ripreso la tradizione dei ciacci (grandi e morbide piadine) farciti di pesto e affettati, insieme alla polenta e alla gramigna. Il successo aggregativo è stato immediato e ogni anno si è allargato anche al vicinato. Alla fiera si è subito affiancata la festa patronale, dedicata a San Vincenzo, che si tiene la prima domenica dopo Ferragosto. 

Soddisfatto del successo Massimo Parazza, presidente dell'associazione organizzatrice. Mostra con piacere la struttura concessa loro dalla parrocchia in comodato gratuito che i volontari dell'associazione, grazie agli introiti delle loro feste, hanno provveduto a consolidare e ad adeguare alle esigenze comunitarie.

Non hanno provveduto solamente a questo: “Con i fondi ricavati dalla fiera abbiamo anche realizzato una accogliente fermata dell'autobus perchè fosse più comoda l'attesa”, raccontano. “Abbiamo inoltre predisposto un'area prospiciente al laghetto per le soste con tavoli e barbecue e abbiamo provveduto all'istallazione annuale dell'arredo luminoso natalizio della borgata”.

In questi tempi di globalizzazione, tutto sembra negare il detto 'piccolo è bello'. A Carpineta invece ha una conferma.








Torna ai contenuti | Torna al menu